Latticini e ossa

I livelli di assunzione di calcio raccomandati oggi dalla LARN (Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti) sono di 1 gr al giorno e addirittura 1,5 gr per le donne in menopausa. Effettivamente comporre un menù che li comprenda diventa difficile senza metterci i formaggi. I Livelli di assunzione raccomandati di nutrienti (LARN) per il calcio sono progressivamente aumentati dai 400-500 mg degli anni Cinquanta, facilmente raggiungibili con le foglie verdi, i legumi e i semi oleaginosi della dieta mediterranea, fino ai 1.000-1.500mg di oggi. Paradossalmente più aumentano i LARN più aumenta l’osteoporosi. Nello studio EPIC, che ha seguito 500.000 europei fornendo informazioni dettagliate sulla loro alimentazione nella prima metà degli anni Novanta, si evince che l’incidenza delle fratture dell’anca aumenta linearmente con il consumo di carne (la carne sottrae calcio alle ossa per tamponare l’acidità causata dall’eccesso di proteine, e le proteine animali acidificano più di quelle vegetali), diminuisce linearmente con il consumo di verdure (che apportano Ca, Mg, K, e soprattutto vitamina K, ritenuti indispensabili per la buona salute delle ossa), e non cambia con il consumo di latte e formaggi (che apportano molto calcio, ma anche molte proteine).

Nessuno studio prospettico ha mai documentato una benché minima riduzione del rischio di fratture ossee con il consumo di latte e formaggi (alcuni hanno anzi suggerito un aumento di rischio), ma i risultati degli studi scientifici non sono sufficienti a far crollare i pregiudizi. Il latte è una buona fonte di potassio e il suo consumo riduce un po’ la pressione arteriosa, ma è ricco di grassi saturi e peggiora il quadro lipidico.  In conclusione, che il latte e i formaggi facciano bene alle ossa è più che altro una credenza popolare, talvolta suggerita da informazioni commerciali e da studi sponsorizzati dall’industria. Ci sono ragioni per cui diffidare da questa credenza. La prima regola alimentare per prevenire le fratture osteoporotiche è ridurre la carne e aumentare le verdure, non aumentare latte e formaggi.